Il sari

La scena
L’anno è 4000BC.
Il posto è Hastinapura.
Draupadi, la moglie dei 5 Pandava, i precedenti governanti di Indraprastha, è stata messa in gioco (!) in una partita di dadi contro i Kaurava.
I dadi rotolano e i Pandava perdono.

Draupadi è stata vinta dai Kaurava. Lei che non era parte del gioco, viene trascinata in campo da Dushasan – il secondo primogenito nella clan reale dei Kaurava.

Gli anziani e il re di Hastinapura chiudono un occhio sulle proteste di Draupadi sulla legalità del suo essere usata come una pedina in gioco. i diabolici Kaurava hanno il loro programma. Il primogenito dei Kaurava ordina a Dushasan di spogliare Draupadi per soddisfare la sua sete di vendetta, dato che ora la possedevano tecnicamente, era la loro schiava.

Ed ecco dove avviene un miracolo – non importa quanto Dushasan cerchi to spogliarla, un flusso infinito di tessuto continua a coprire e proteggere la dignità di Draupadi – la regina dei Pandava.

Qui sopra è una scena del Mahabharata, la grande epopea dell’antica India. Quel panno che copriva Draupadi è ciò che era (ed è) noto come il saree.

L’immortalità del Saree indiano
Negli ultimi 6 secoli, molto è cambiato nel mondo. Le tendenze della moda continuano a cambiare: infatti, quello che era considerato di moda negli anni ’70 dell’Occidente oggi non è più considerato di moda. In India ci sono state migliaia di invasioni, conquiste di sovrani stranieri, cambiamenti in culture e sovrani

Nonostante gli cambiamenti che si sono verificati in India (e nel mondo) negli ultimi 6000 anni, l’inimitabile saree sta andando ancora forte. La maggioranza delle donne in India, e quasi tutto il sub continente, indossano ancora i sari, ed è considerato il capo di abbigliamento principale anche nei guardaroba moderne.
Eppure, pochissime persone nell’ovest sanno del saree ed è davvero una tragedia. Infatti, l’articolo di Wikipedia sulle antiche forme di abbigliamento non ha nemmeno una menzione del saree.

Il Sari/Saree

Un saree è un pezzo di stoffa tra 5 e 9 metri. E ‘indossato tradizionalmente da tutte le donne indiane – e ha un grande significato culturale. Detto per essere uno dei vestiti più graziosi delle donne, copre elegantemente l’intero corpo della donna mostrando le curve autentiche nel modo più dignitoso. Nessun altro vestito è competente quanto il saree. Una donna in India sembra assolutamente completa quando drappeggiata in un sari, e dotata di splendidi ornamenti e una bindi scintillante al centro della fronte.
Le dee nelle religioni indiane sono state adornate con sari. Infatti, sarees sono anche considerati come un’offerta sacrificale per molte dee.

Il suo significato

Il vero significato del sari sta nella gestione di un enorme pezzo di stoffa in modo aristocratico. I sari sono di solito legati alle capacità gestionali di una donna, proprio come a gestire in modo perfetto tante faccende importanti o banali in modo perfetto mentre ci sono. Le donne sembrano più raffinate, affascinanti e adorabili mentre svolgono le loro faccende e allo stesso tempo creano un’armonia ovunque si trovino. In tempi antichi il sari era un unico pezzo di stoffa ed era legato con nodi al corpo. Donne ricche potevano permettersi una blusa anch’esso non cucito ma legata per coprire il seno.

Oggi giorno il sari va indossato con una sotto gonna per tenerlo in posto e darlo una linea e una blusa che può essere con spalline o senza e di fantasia della persona che lo indossa

Pallav (la parte del saree che estende sulle spalle) un tempo fa era sempre arrotolato intorno le spalle per coprirle oggi e multiuso viene usato per coprire la testa mentre partecipano alle cerimonie religiosi o come un segno di rispetto nella presenza dei anziani della famiglia.

Il Sari oggi


L’India non è stata immune dall’influenza e dalla cultura occidentali. Non sarebbe sbagliato affermare che i vestiti occidentali sono effettivamente penetrati nella cultura indiana in misura enorme. Tuttavia, l’importanza del saree non può essere negata in quanto è ineguagliabile. Con la trasformazione del tempo, molte donne indiane hanno seguito le tendenze occidentali e indossano jeans, capri e gonne per uso giornaliero. Ma quando si tratta di festival culturali, il sari è ancora l’abito preferito.

Ti va di provarlo?
Beh perchè no! Ecco alcuni suggerimenti sul tipo di sari che dovresti prendere in considerazione:

  • I sari di cotone sono i più comodi e vengono indossati dalle donne in estate.
  • I sari di seta possono essere facilmente indossati grazie al loro tessuto morbido ma non quelli di seta da Benaras che risultano ingombranti e difficili da gestire se non da una persona esperta 🙂
  • Mentre si sposano in India, ogni donna e regalata una sari di seta spesso da Benaras o dal sud di india dove c’e la tradizione di seta pura. Questi sari sono spesso ricamati in oro o argento e sono considerati di buon auspicio.

Nota: Ricorda, i sari hanno una bella storia alle spalle. Se stai pensando di indossarne uno, i benefici sono molti – e divertente ma non è facile. Il Sari prende un po ‘di tempo in più per essere indossato, ma ha un confronto senza paragoni una volta abituati, in quanto sono la replica della ricca eredità indiana.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *