Sistema Parlamentare di India

Questo articolo e introduttivo e sarà elaborato in una serie di futuri articoli

Parlamento indiano

Il Parlamento è l’orgoglio di ogni cittadino. È qui che le proposte legislative vengono presentate sotto forma di proposte e quando vengono approvate da entrambe le Camere del Parlamento e approvate dal Presidente diventano legge . Il Parliament House o Sansad Bhavan si trova a Nuova Delhi.

Edwin Lutyens e Herbert Baker sono stati i cervelli dietro questa meravigliosa costruzione. L’allora Governatore generale dell’India, Irwin dichiarò gli edifici aperti il ​​18 gennaio 1927.

Questo enorme edificio è stato costruito per un costo totale di 8,3 milioni di rupie. Il Parlamento indiano ospita una sala centrale composta da camere di Lok Sabha, Rajya Sabha e la Sala della Biblioteca.

Una struttura circolare a quattro piani circonda queste camere che forniscono alloggi per i membri oltre a ospitare le commissioni parlamentari, gli uffici e il ministero degli affari parlamentari.

Le due case di Lok Sabha e Rajya Sabha insieme al Presidente dell’India comprendono il Parlamento indiano.

Presidenza indiana

I membri eletti di entrambe le case del Parlamento, le Assemblee Legislative di tutti gli stati dell’India eleggono il Presidente che serve per un periodo di cinque anni. È il capo dello stato indiano e anche il comandante in capo delle forze armate indiane. È il primo cittadino del paese.

L’autorità esecutiva del Presidente è esercitata principalmente dal Primo Ministro e dal suo Consiglio dei ministri. Ramnath Kovind è il quattordicesimo ed attuale presidente dell’India. È il primo president a far parte del Partito Rastriya Swayamsevak Sangh

Ogni persona che è un cittadino dell’India di età superiore ai 35 anni e che è qualificato per essere un membro della Lok Sabha è eleggibile per il posto di presidente. Non dovrebbe detenere alcun ufficio di profitto sotto il governo dell’India o in qualsiasi altro stato. L’attuale vicepresidente, il governatore di qualsiasi stato o un ministro dell’Unione o dello stato sono autorizzati a candidarsi come candidati alla presidenza.

Poteri del Presidente

È il primo dovere del presidente indiano preservare e proteggere la costituzione e la legge della terra. Ha il potere di convocare e prorogare entrambe le Case. Può anche dissolvere il Lok Sabha.

Le fatture possono diventare leggi solo dopo che il Presidente ha dato la sua approvazione. Il Consiglio dei ministri dell’Unione e il Primo ministro dovrebbero consigliare il Presidente nell’esercizio delle sue funzioni. Il presidente nomina il capo della giustizia dell’India, il primo ministro e altri membri del Consiglio dei ministri.

Egli nomina 12 personalità eminenti provenienti da vari campi del Rajya Sabha. Depone la scheda finanziaria annuale al Parlamento. Può dichiarare guerra o concludere la pace, su consiglio del Primo Ministro e dei suoi ministri. Ha il potere di concedere il perdono e anche di dichiarare le emergenze.

Ex presidenti

L’India ha avuto finora 14 presidenti e questi sono stati eletti dopo aver vinto le elezioni presidenziali. Varahagiri Venkata Giri, Muhammad Hidayatullah e Basappa Danappa Jatti hanno lavorato come presidenti in recitazione. Rajendra Prasad, Sarvepalli Radhakrishnan, Zakir Hussain, Varahagiri Venkata Giri, Fakhruddin Ali Ahmed, Neelam Sanjiva Reddy, Giani Zail Singh, Ramaswamy Venkataraman, Shankar Dayal Sharma, Kocheril Raman Narayanan, AP J Abdul Kalam, Pratibha Patil e Pranab Mukherjee sono i leader che hanno tenuto il più alto posta prima di Ramnath Kovind che è l’attuale e 14 ° presidente del paese.

Rashtrapati Bhavan

Il Rashtrapati Bhavan è la residenza del Presidente dell’India. È il più grande palazzo presidenziale del mondo. Situato a Nuova Delhi, ha un edificio principale di 340 camere, una proprietà presidenziale di 130 ettari e le residenze dello staff. L’edificio principale del palazzo era anticamente chiamato Casa del Vicerè. Il presidente Pranab Mukherjee ha inaugurato un museo all’interno del Rashtrapati Bhavan nel 2014. I visitatori possono avere una visione interna della grande struttura, della sua arte, architettura e anche conoscere le vite dei precedenti presidenti.

Lok Sabha

I membri della camera bassa o del Lok Sabha vengono eletti direttamente dal popolo. Loro tengono il posto per un mandato di cinque anni o fino a quando il Lok Sabha non viene sciolto dal Presidente. Il Lok Sabha ha una forza massima di 552, di cui 530 eletti dagli Stati, 20 dai territori dell’Unione e due dalla comunità anglo-indiana che sono generalmente nominati dal Presidente dell’India.

L’attuale forza del Lok Sabha è 545. L’appartenenza alla Camera è distribuita tra gli stati in proporzione alla loro popolazione. Qualsiasi persona che sia un cittadino dell’India e di età non inferiore ai 25 anni e che abbia il suo nome nelle liste elettorali in qualsiasi parte del paese può diventare un membro del Lok Sabha purché sia ​​selezionato attraverso il suffragio universale.

Lok Sabha è certamente più potente di Rajya Sabha. Una mozione di sfiducia contro il governo può essere introdotta e passata solo nel Lok Sabha. Le fatture possono essere introdotte solo nel Lok Sabha.

Nel caso in cui venga dichiarata l’emergenza nazionale e il Lok Sabha venga sciolto, il Rajya Sabha diventerà il Parlamento. Lok Sabha ha più numero di membri rispetto al Rajya Sabha. Tre sessioni di Lok Sabha si svolgono in un anno. Sono la sessione di bilancio, la sessione dei monsoni e la sessione invernale. Sumitra Mahajan è l’oratore e M Thambidurai è il vice oratore dell’attuale Lok Sabha.

Rajya Sabha

I membri del Rajya Sabha sono eletti indirettamente dalle legislature statali e territoriali utilizzando singoli voti trasferibili.

La Costituzione afferma che la Camera alta può avere un massimo di 250 membri il cui mandato dura sei anni con un terzo dei membri che si ritirano ogni due anni. La sessione congiunta di entrambe le case è rara e ci sono state solo tre sessioni di questo tipo finora.

Il vicepresidente del paese è l’ex-officio presidente del Rajya Sabha e presiede le sessioni. Qualsiasi persona che è un cittadino dell’India di età superiore ai 30 anni e il cui nome è iscritto nell’elenco degli elettori può diventare membro del Rajya Sabha.

I dodici membri nominati dal Presidente non hanno il diritto di votare alle elezioni presidenziali. Mohammad Hamid Ansari è il presidente e P J Kurien è il vice presidente del Rajya Sabha.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *